Servizi di posta elettronica avanzata

Servizi di posta elettronica avanzata

Exchange

Maggiore efficienza con l’e-mail e i calendari aziendali

Adattabile al tuo stile lavorativo

Exchange facilita la collaborazione ai documenti critici e include la posta in arrivo evidenziata, che dà priorità ai messaggi importanti e si adatta al tuo modo di lavorare, così puoi accelerare la produttività.



Posta in arrivo intelligente

Accedi a una cartella della posta in arrivo personalizzata, con funzionalità utili e un’organizzazione più efficiente nel modo in cui visualizzi e interagisci con i messaggi. I miglioramenti apportati alla funzionalità di ricerca assicurano risultati più veloci e completi. Con i componenti aggiuntivi, che ti connettono a servizi moderni e alle applicazioni line-of-business interni, ottieni livelli elevati di personalizzazione ed estendibilità.

Calendari efficienti

Organizza il tuo tempo con un sistema di calendari che va ben oltre la semplice pianificazione di appuntamenti e impegni. Acquisisci automaticamente gli eventi dall’e-mail, come i voli e le prenotazioni alberghiere, e ricevi suggerimenti su dove tenere una riunione in base alla tua località.

Rimani in sincronia con l’e-mail aziendale

Sempre in contatto ovunque ti trovi

Office 365 sincronizza e-mail, calendari e informazioni di contatto in tempo reale in tutti i tuoi dispositivi, che quindi sono sempre aggiornati.1 È facile pianificare senza problemi. E se perdi il telefono, non preoccuparti. Puoi cancellare i dati in remoto per tenere al sicuro le informazioni personali.

Microsoft Word – revisioni documento

Microsoft Word – revisioni documento

Anche se la funzionalità Revisioni è attualmente disattivata, è comunque possibile che il documento contenga sottolineature e barrature colorate, che indicano inserimenti ed eliminazioni apportati come suggerimenti mentre la funzionalità era attivata.

I contrassegni sono visibili a chiunque scelga Tutti i commenti o Commenti semplici nel gruppo Rilevamento modifiche della scheda Revisione.

Commenti semplici

Rimuovere i contrassegni accettando o rifiutando le modifiche. Usare i pulsanti nel gruppo Revisioni della scheda Revisione.

Gruppo Revisioni

  • Precedente e Successiva consentono di spostarsi da una modifica all’altra.

  • Accetta rende una modifica permanente.

  • Rifiuta elimina una modifica.

Microsoft Excel – condividi una cartella di lavoro

Microsoft Excel – condividere una cartella di lavoro

Bastano solo tre passaggi per condividere una cartella di lavoro.

Passaggio 1. Caricare la cartella di lavoro

In un Web browser caricare o creare una nuova cartella di lavoro in OneDrive, in OneDrive for Business o in una raccolta di SharePoint Online.

Passaggio 2. Condividere il file

  1. Una volta caricato il file, fare clic sul nome corrispondente per aprirlo. La cartella di lavoro verrà aperta in una nuova scheda nel Web browser.

  2. Scegliere il pulsante Modifica in Excel. Se questo pulsante non è visualizzato, fare clic su Modifica nel browser e quindi su Modifica in Excel quando la pagina viene ricaricata.

  3. Fare clic su Apri Microsoft Excel.

  4. All’apertura del file in Excel potrebbe essere visualizzata una barra gialla che indica che il file è in visualizzazione protetta. In tal caso, fare clic sul pulsante Abilita modifica.

  5. Fare clic su Condividi in alto a destra.

  6. Fare clic su invita persone. Digitare gli indirizzi di posta elettronica e separare ognuno con un punto e virgola. Assicurati di selezionare anche può modificare. Al termine, fare clic sul pulsante Condividi.

    Suggerimento: Per inviare il collegamento, fare clic su Condividi in alto a destra, quindi fare clic su Copia collegamento > Visualizza e modifica.

  7. Se nel passaggio precedente è stato selezionato il pulsante Condividi, verrà inviato un messaggio di posta elettronica a ognuna delle persone invitate. Il messaggio verrà inviato dall’indirizzo di posta elettronica dell’utente che ha condiviso il file. Una copia del messaggio sarà recapitata anche al mittente, per consentirgli di visionarne il contenuto.

Passaggio 3. Il file può essere aperto da altri utenti

Se si è fatto clic sul pulsante Condividi, i destinatari riceveranno un messaggio di posta elettronica con un invito ad aprire il file. Possono fare clic sul collegamento per aprire la cartella di lavoro. Viene aperto un Web browser e la cartella di lavoro si apre in Excel Online. Se vogliono modificarla nel browser, possono fare clic su Modifica cartella di lavoro > Modifica nel browser. Se vogliono aprirla nell’app Excel, possono fare clic su Modifica cartella di lavoro > Modifica in Excel.

Suggerimento: Se si usa la versione più recente di Excel 2016 per gli abbonati a Office 365, è possibile aprire il file direttamente nell’app Excel. Possono fare clic su file > Open.. . > Sharede quindi selezionare un file condiviso da un altro utente.

Più persone possono modificare una cartella di lavoro contemporaneamente. Questo scenario è detto creazione condivisa. Ogni persona deve però avere una versione dell’app Excel che supporta la creazione condivisa. Le versioni che attualmente supportano la creazione condivisa sono Excel per Android, Excel per iOS, Excel Mobile ed Excel 2016 per gli abbonati a Office 365. Le persone che non hanno una versione supportata possono fare clic su Modifica cartella di lavoro > Modifica nel browser per modificare il file in Excel Online.

Collaborare con Office 365

Collaborare con Office 365


Office 365 dà accesso a metodi di lavoro moderni. Indipendentemente dalla propria posizione o dal dispositivo usato, è possibile condividere facilmente file, crearli in modalità condivisa e in tempo reale e mantenere la produttività ovunque ci si trovi.

Collaborare con colleghi selezionati
Se si vuole concedere ad altri la possibilità di partecipare alle modifiche, è possibile condividere facilmente i file e collaborare con colleghi fidati per ottenere un nuovo punto di vista. Collaborando in questo modo, solo gli utenti selezionati potranno accedere ai file condivisi e modificarli. In seguito, sarà sempre possibile condividere i file con un team quando lo si ritiene opportuno.

Collaborare in team
È possibile sviluppare idee e collaborare con il team in Office 365. Un’unica posizione centrale, in cui tutti gli utenti possano comunicare, accedere ai file e fare molto altro, facilita enormemente la collaborazione. In ufficio, a casa o in giro per il mondo, gli utenti saranno sempre aggiornati.


Iniziare nel cloud
Quando si lavora con i file in OneDrive, si hanno le basi per condividere, modificare contemporaneamente e collaborare. Non sarà più necessario inviare allegati né destreggiarsi tra più versioni e non si sarà più limitati ai computer dell’ufficio.

Sarà possibile salvare il file in OneDrive e accedervi ovunque usando l’app browser o di Office.

Sarà possibile condividere un file da OneDrive con specifiche persone o usare un collegamento.

I file saranno sempre protetti e sicuri.

La versione sarà sempre quella più aggiornata.

​Iniziare come team
È possibile collaborare come un team con Microsoft Teams, SharePoint o entrambi a seconda di cosa usa l’organizzazione. Che si tratti d lavorare con un team esistente o crearne uno nuovo, si avrà a disposizione un posto centrale nel cloud in cui salvare, lavorare e collaborare. Non ci si dovrà mai più preoccupare di essere in ritardo.

Tutti i file del team, le comunicazioni e molto altro saranno disponibili in un’unica posizione.

Sarà possibile lavorare in modo affidabile e sicuro ovunque nel cloud con le app per dispositivi mobili.

Si potrà accedere facilmente ai file del team e rimanere sempre in sincronia.

Non ci si dovrà più preoccupare dei file non aggiornati o della presenza di più versioni.

Microsoft Teams – organizza il lavoro con Microsoft Planner

Microsoft Teams – organizza il lavoro con Microsoft Planner


Tutto pronto, subito

Semplicità d’uso

Avvia Planner dall’icona di avvio delle app di Office 365 con un solo clic del mouse. E poi inizia a creare un nuovo piano, comporre un team, assegnare attività e aggiornare lo stato di avanzamento, con pochi semplici passaggi.

Intuitivo e immediato

A ogni piano è associata una specifica bacheca in cui puoi organizzare le attività dividendole in contenitori. Puoi classificare le attività in base allo stato o alla persona a cui sono assegnate. Per aggiornare lo stato o cambiare le assegnazioni, basta trascinare le attività da una colonna all’altra.

Collaborazione senza compromessi

Visibilità e trasparenza

La visualizzazione Attività personali contiene un elenco completo di tutte le attività e del rispettivo stato in tutti i tuoi piani. Quando collabori a un piano, le altre persone del team sanno sempre chi sta lavorando a ogni documento.

Collaborazione a tutto tondo

Progettato per Office 365, Planner ti consente di allegare file alle attività, di lavorarci insieme ad altri e anche di intrattenere conversazioni senza passare da un’app all’altra. Con Planner, tutte le discussioni e i materiali del team rimangono con il piano e non vengono dispersi tra applicazioni disparate.

Rispetta i tuoi impegni


Accesso da più dispositivi

Planner può essere usato in tutti i tuoi dispositivi, per un team sempre sincronizzato sulle ultime versioni dei documenti. Una semplice occhiata ai grafici ti permette di determinare a che punto sei e di verificare i progressi realizzati dal team verso gli obiettivi.

Notifiche tramite e-mail

Con Planner sei sempre al passo con quello che succede. Puoi ricevere notifiche tramite e-mail ogni volta che ti viene assegnata un’attività o che partecipi a una conversazione.

Aprire e usare cassette postali condivise in Outlook

Aprire e usare cassette postali condivise in Outlook

Con le cassette postali condivise un gruppo di persone può monitorare e inviare messaggi da un alias di posta elettronica pubblico, ad esempio info@contoso.com. Quando un utente del gruppo risponde a un messaggio inviato alla cassetta postale condivisa, il messaggio risulta inviato dalla cassetta postale condivisa, non dal singolo membro. Si può inoltre usare la cassetta postale condivisa come calendario condiviso del team.

Tuttavia, una cassetta postale condivisa non è progettata per l’accesso diretto. L’account utente della cassetta postale condivisa deve rimanere disabilitato.

Suggerimento: Prima che un utente possa usare una cassetta postale condivisa, l’amministratore di Office 365 dell’organizzazione deve crearla e aggiungerlo come membro. Per ulteriori informazioni, vedere Creare una cassetta postale condivisa, che descrive quali procedure deve eseguire l’amministratore.

Aggiungere una cassetta postale condivisa in Outlook

Dopo che si è stati aggiunti dall’amministratore come membro di una cassetta postale condivisa, è necessario chiudere e riavviare Outlook. La cassetta postale verrà automaticamente visualizzata nel riquadro delle cartelle in Outlook.

cassetta postale condivisa visualizzata nell'elenco delle cartelle di outlook

Se non ha funzionato?

  • Se si è appena stati aggiunti dall’amministratore a una cartella condivisa, possono essere necessari alcuni minuti perché venga visualizzata la cassetta postale condivisa. Attendere qualche istante, quindi chiudere e riavviare Outlook nuovamente.
  • Se queste soluzioni non funzionano, aggiungere manualmente la cassetta postale condivisa in Outlook:
    1. Aprire Outlook.
    2. Scegliere la scheda File sulla barra multifunzione.
    3. Scegliere Impostazioni account quindi scegliere Impostazioni account dal menu di scelta.
    4. Selezionare la scheda Posta elettronica.
    5. Verificare che l’account risulti evidenziato, quindi scegliere Modifica.
    6. Scegliere Altre impostazioni > Avanzate > Aggiungi.
    7. Digitare l’indirizzo email condiviso, ad esempio info@contoso.com.
    8. Scegliere OK > OK.
    9. Scegliere Avanti > Fine > Chiudi.

Inviare messaggi dalla cassetta postale condivisa

  1. Aprire Outlook.
  2. Scegliere Nuovo messaggio di posta elettronica.
  3. Se non è presente il campo Da nella parte superiore del messaggio scegliere Opzioni > Da.
  4. Fare clic su Da nel messaggio e modificare inserendo l’indirizzo di posta elettronica condiviso. Se non viene visualizzato l’indirizzo condiviso scegliere Altro indirizzo di posta elettronica e quindi digitare l’indirizzo condiviso.
  5. Scegliere OK.
  6. Completare il messaggio e quindi scegliere Invia.D’ora in poi quando si vuole inviare un messaggio dalla cassetta postale condivisa, l’indirizzo sarà disponibile nella casella a discesa Da.

    Quando si invia un messaggio dalla cassetta postale condivisa i destinatari vedranno solo l’indirizzo di posta elettronica condiviso nel messaggio.

Rispondere ai messaggi inviati alla cassetta postale condivisa

  1. Aprire Outlook.
  2. Aprire il messaggio di posta elettronica a cui si vuole rispondere.
  3. Nel campo Da nella parte superiore del messaggio, verrà visualizzato il nome della cassetta postale condivisa. In caso contrario, selezionare la casella a discesa Da e scegliere la cassetta postale condivisa.
  4. Completare il messaggio e quindi scegliere Invia.Quando si vuole inviare un messaggio dalla cassetta postale condivisa l’indirizzo sarà disponibile nella casella a discesa Da.

    Quando si invia un messaggio dalla cassetta postale condivisa i destinatari vedranno solo l’indirizzo di posta elettronica condiviso nel messaggio.

Usare il calendario condiviso

Dopo che si è stati aggiunti dall’amministratore come membro di una cassetta postale condivisa, chiudere e riavviare Outlook. Il Calendario condiviso associato alla cassetta postale condivisa viene automaticamente aggiunto all’elenco dei Calendari.

  1. In Outlook passare alla visualizzazione Calendario e scegliere la cassetta postale condivisa.Scegliere la visualizzazione calendario
  2. Quando si immette un appuntamento, ogni membro della cassetta postale condivisa potrà vederlo.
  3. Qualsiasi membro della cassetta postale condivisa può creare, visualizzare e gestire gli appuntamenti nel calendario, come gli appuntamenti personali. Tutti i membri della cassetta postale condivisa possono vedere le modifiche apportate al calendario condiviso.

Usare l’elenco contatti condiviso

Dopo che si è stati aggiunti dall’amministratore come membro di una cassetta postale condivisa, chiudere e riavviare Outlook. L’elenco contatti condiviso associato alla cassetta postale condivisa viene automaticamente aggiunto all’elenco dei Contatti personali.

  1. In Outlook scegliere Persone.
  2. In Contatti personali selezionare la cartella dei contatti per l’elenco contatti condiviso.Elenco contatti condiviso visualizzato nel riquadro Contatti in Outlook

Usare una cassetta postale condivisa in un dispositivo mobile (telefono o tablet)

Per accedere a una cassetta postale condivisa in un dispositivo mobile, aprire il browser, eseguire l’accesso a Office 365 e quindi passare a Outlook sul web. Per le istruzioni, vedere Aggiungere cassette postali condivise in Outlook sul web. Da Outlook sul web sarà possibile accedere alla cassetta postale condivisa.

Download Zimbra versioni e patch Download

Versioni di Zimbra, link di download dirette (direct download zimbra), patch e manuali per versioni CentOS 6.x 64 bit e CentOS 7.x 64 bit.

Zimbra documento dei requisiti: zcs_system_requirements_8-7-0

Zimbra documento per multi-server: zimbra-open-source-edition-multi-server-installation-guide-8-7

Zimbra 8.7.1

CentOS 6.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.7.1_GA/zcs-8.7.1_GA_1670.RHEL6_64.20161025035141.tgz
CentOS 7.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.7.1_GA/zcs-8.7.1_GA_1670.RHEL7_64.20161025045328.tgz

Zimbra 8.7.0

CentOS 6.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.7.0_GA/zcs-8.7.0_GA_1659.RHEL6_64.20160628192545.tgz
CentOS 7.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.7.0_GA/zcs-8.7.0_GA_1659.RHEL7_64.20160628202714.tgz

Zimbra 8.6.0

CentOS 6.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.6.0_GA/zcs-8.6.0_GA_1153.RHEL6_64.20141215151155.tgz
CentOS 7.x: https://files.zimbra.com/downloads/8.6.0_GA/zcs-8.6.0_GA_1153.RHEL7_64.20141215151110.tgz
patch: https://files.zimbra.com/downloads/8.6.0_GA/zcs-patch-8.6.0_GA_1200.tgz
note: http://files.zimbra.com.s3.amazonaws.com/website/docs/8.6/ZCS_860_Patch7_ReleaseNotes.pdf

Zimbra 8.5.0

CentOS 6.x: https://files2.zimbra.com/downloads/8.5.0_GA/zcs-8.5.0_GA_3042.RHEL6_64.20140828192005.tgz
CentOS 7.x: https://files2.zimbra.com/downloads/8.5.0_GA/zcs-8.5.0_GA_3042.RHEL7_64.20140828204420.tgz
patch: https://files2.zimbra.com/downloads/8.5.0_GA/zcs-patch-8.5.0_GA_3050.tgz
note: https://files.zimbra.com/website/docs/8.5/ZCS_850_Patch2_ReleaseNotes.pdf

Zimbra 8.0.9

CentOS 6.x: https://files2.zimbra.com/downloads/8.0.9_GA/zcs-8.0.9_GA_6191.RHEL6_64.20141103151557.tgz
CentOS 7.x: https://files2.zimbra.com/downloads/8.0.9_GA/zcs-8.0.9_GA_6191.RHEL7_64.20141103151539.tgz

Zimbra 7.2.7

CentOS 6.x: https://files2.zimbra.com/downloads/7.2.7_GA/zcs-7.2.7_GA_2942.RHEL6_64.20140314185955.tgz

Ubiquiti controller WiFi – nuvola WiFi

La diffusione delle reti WiFi è sempre più estesa e sempre più vengono richieste prestazioni e stabilità di copertura. Un brand che offre access point di alta qualità e la controller software è Ubiquiti. Ubiquiti offre la controller software free license, non dipende da quanti apparati dovrà gestire.

In questo articolo è possibile seguire l’installazione della controller software Ubiquiti in ambiente Linux Debian su VMWare ESXi.

ISO del sistema operativo Linux Debian 8.6.0 64bit: http://cdimage.debian.org/debian-cd/8.6.0/amd64/iso-cd/debian-8.6.0-amd64-netinst.iso
DEB per installazione software controller Ubiquiti: http://dl.ubnt.com/unifi/5.2.9/unifi_sysvinit_all.deb

Step 1 – installazione sistema operativo Debian 8.6.0 64bit in ambiente VMWare

Comandi utilizzati durante lo step 1
# apt-get install open-vm-tools
# nano /etc/ssh/sshd_config

PermitRootLogin yes

Step 2 – installazione e configurazione controller Ubiquiti WiFi

Comandi utilizzati durante lo step 2
# nano /etc/network/interfaces

# iface eth0 inet dhcp
iface eth0 inet static
address 10.0.0.25
netmask 255.255.255.0
network 10.0.0.0
gateway 10.0.0.1
dns-search abconsulting.local
dns-nameservers 10.0.0.1
broadcast 10.0.0.255

# wget http://dl.ubnt.com/unifi/5.2.9/unifi_sysvinit_all.deb
# dpkg -i unifi_sysvinit_all.deb
# apt-get install -f

BAD_POOL_CALLER, BSOD Windows 2003 Guest – VMWare ESXi 5 [SOLVED]

In ambienti virtuali VMWare ESXi è strano ricevere schermate blue (BSOD – blue screen of death) di Microsoft. L’hardware in ambienti virtuali non da’ problemi di driver da scatenare errori gravi di questo tipo.

Esiste una casistica specifica legata da VMWare 5.x, vmware tools installate in modalità totale e Microsoft Windows 2003 Server. Se siete in questo caso e avete questa schermata, di seguito la soluzione.

BAD_POOL_CALLER
BAD_POOL_CALLER BSOD Windows 2003 Server STD

Se si analizza il file .dmp nel sistema operativo ( c:\windows\minidump\ ) con il software gratuito “Blue Screen Viewer” ( http://www.nirsoft.net/utils/blue_screen_view.html ) e nello stack è presente il driver vsepflt.sys è sufficiente toglierlo dalla memoria ed evitare che al reboot venga caricato. Questo è un driver presente nelle versioni vmware-tools installate in modalità full (anzichè typical) introdotto dalla versione VMWare ESXi 5.x.

Il documento ufficiale per questa operazione a soluzione è il kb di vmware descritto al link https://kb.vmware.com/selfservice/microsites/search.do?language=en_US&cmd=displayKC&externalId=2034490 .

Soluzione.

  1. Click Start > Run, type cmd and press Enter to open a command prompt.
  2. To view the currently loaded filters, run the command:

    C:\> fltmc

    Filter Name             Num Instances  Altitude      Frame
    ----------------------  -------------  ------------  -----
    vsepflt                         5       328200         0
    luafv                           1       135000         0

  3. To unload the vsepflt driver, run the command:

    C:\> fltmc unload vsepflt

  4. To prevent the vsepflt driver from loading on subsequent reboots:

    Note: Before making any registry modifications, ensure that you have a current and valid backup of the registry and the virtual machine. For more information on backing up and restoring the registry, see the Microsoft article 136393.

    1. Click Start > Run, type regedit, and press Enter. The Registry Editor window opens.
    2. Navigate to:

      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\services\vsepflt

    3. Locate the StartDWORD.
    4. Right-click Start and click Modify.
    5. Change the value to 4 and click OK.
    6. Click File > Exit to close the Registry Editor.

      Note: For more information on the Services subkeys, see the Microsoft article CurrentControlSet\Services Subkey Entries.

Note: If you are using vShield Endpoint for antivirus protection, please file a support request with VMware Technical Support and note this Knowledge Base article ID (2034490) in the problem description. For more information, see Filing a Support Request in My VMware (2006985).